Attualità   Storia   Archeologia   Lavoro italiano   Biografie   Documentazione   Immagini   Contatto  
 
Chi siamo
Nota dell'autore
Perchè l'Italia Oltremare
Forum
 
Home > Storia
................................................
Storia antica
................................................
Storia moderna
................................................
Ho il piacere di iniziare la storia, antica e moderna, della Libia seguendo lo schema che noi bambine della scuola “E. Schiapparelli” (le suore francescane) solevamo seguire per lo studio delle “materie sociali libiche”. Questo la dice lunga sul rispetto che le autorità scolastiche italiane avevano nei confronti della Libia e fa comprendere ai non tripolini, che ci leggono e che spesso avanzano critiche senza conoscere la realtà, come le molteplici minoranze convivevano e coesistevano in pace.

I quaderni iniziavano con l’omaggio alla bandiera, in questo caso quella monarchica, che in fondo ci rappresentava, seguita dalle foto di Re Idris e di suo nipote. Per l’inno, le parole le lascio in arabo, tanto più o meno, le sappiamo leggere tutti, no? E allora tutti in piedi:


I have the pleasure to start the story, old and modern, following the planner of us children from the school “E. Schiapparelli” (the Franciscan nuns) that we were used to follow for our studies on “Social Libyan subjects”. This shows that the Italian scholar authorities had a lot of respect towards Libya and makes evident top the non-Tripolitans that read our texts and usually start critics without knowing reality, how small minorities could live together and exist together in peace.

The school books had a cover with the flag, in this case the monarchic one, which after all represents us, followed by the photos of King Idris and his nephew. For the anthem I’ll leave the words in arab, pretty much almost everyone of us should know how to read it right? So now everyone stand up.

 

Conception et réalisation Groupe C2 360